• Museo del pane
  • Borgo antico
  • Presepe vivente
  • Museo del brigante
  • Museo del pane
  • Borgo antico

By A Web Design

IL PATRIMONIO ARCHITETTONICO

CHIESA DI SAN CARLO BORROMEO

La chiesa, che risale al 1635 e sorge su un antico terreno incolto anticamente conosciuto come "Margiù", è dedicata a San Carlo Borromeo, antico Arcivescovo di Milano e santo patrono di Panettieri. Costruita interamente in calce e pietra, l'edificio sacro è in stile romantico-barocco. Inizialmente presentava una sola navata che ospitava l'altare della Beata Vergine. Dopo essere divenuta parrocchia, la struttura attuale della chiesa è composta da tre navate con relative tre porte. La porta centrale presenta all'esterno un portale medievale, risalente al 1200.

Nella nicchia alle spalle dell'altare centrale è posta la statua lignea di San Carlo Borromeo, realizzata a Napoli alla fine del 1700, su commissione della comunità. Oltre alla statua del Patrono, vi sono altre statue raffiguranti la Madonna del Rosario, ricostruita nel 2006 in vetro resina, e l'Addolorata, commissionate a Lecce verso la fine del 1800 e pagate con le offerte dei panatteresi emigranti in Africa e in America.

Tra i dipinti che ornano la chiesa, troviamo il Battesimo di Gesù, San Francesco di Paola e nella navata laterale dedicata alla Madonna è posto il dipinto dell'Annunziata. Nella cupola sopra l'altare centrale sono invece raffigurati i quattro Evangelisti, Angeli in adorazione e sul lato destro un affresco con l'immagine di Sant'Antonio di Padova. Tutti questi dipinti sono stati realizzati nel 1926 dal pittore Giorgio Pinna di Nicastro, per incarico del parroco Don Carlo Talarico.


IL MONUMENTO DEI CADUTI

Il monumento, collocato all'interno di un giardino, è composto dalla figura di un Fante in bronzo nell'atto di incitare i compagni all'attacco. Posto su di un piedistallo rivestito in pietra "Verde di Calabria", ai suo piedi è collocata una possente lapide in marmo sulla quale sono incisi i nomi dei valorosi soldati di origine panetterese che diedero la vita per difendere la patria nel corso dei conflitti mondiali di inizio secolo.

 

 


IL MONUMENTO DEDICATO A SAN PIO DA PIETRALCINA

pa pioInaugurata nell'agosto del 2000, la statua è il risultato della forte devozione che gli abitanti del paese nutrono nei confronti del Santo di Pietralcina. Il monumento, situato in un piccolo angolo di paese, si erge sulla base di un imponente basamento lastricato. La statua è in bronzo a figura intera.

 

 

 


LE FONTANE

Il paese è ornato da due antiche fontane. La prima, la fontana monumentale, è collocata al centro di Piazza San Carlo e presenta una forma circolare con al centro uno zampillo. Le vasche sono a foglia di conchiglia, e si presentano sovrapposte ed inframmezzate con elementi decorativi. L'altra, la fontana "jugale", anticamente utilizzata per la raccolta dell'acqua, è costituita da una struttura rivestita in pietra e da due bocche d'acqua che scorrono in una vasca, con al fianco un lavatoio. Ancora oggi gli abitanti del paese e la gente di passaggio si dissetano presso questa antica fonte che si dice abbia virtù terapeutiche.

GLI ECOMUSEI

il Presepe vivente

social networks

  facebook   followme left   google+